I piccoli ospedali non chiudono ma si trasformano

Condividi su Facebook

ospedale sassoferrato sanitàLe strutture che potrebbero essere interessate alla trasformazione sono gli ospedali di Sassoferrato, Sassocorvaro, Pergola, Fossombrone, Cagli, Chiaravalle, Loreto, Recanati, Tolentino, Cingoli, Treia, Matelica, Amandola, Montegiorgio, Sant’Elpidio a Mare, Inrca (sede decentrata).

Le strutture non saranno chiuse, ma perderanno funzioni di medicina generale e chirurgia. Il loro futuro prevede la riconversione per la cura di pazienti cronici, per le lungodegenze e la riabilitazione. Altre strutture diventeranno Case della salute, ovvero super-ambulatori funzionanti 24 ore su 24. E’ il progetto che sta per varare il Dipartimento della salute della Regione Marche. Nel progetto l’ospedale di Torrette di Ancona sarà la sede dell’alta specializzazione ed il futuro fulcro nevralgico del sistema sanitario regionale.

 

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *