Un anno di Lista Civica per Sassoferrato

Condividi su Facebook

LogoNell’ultimo anno la Lista Civica per Sassoferrato è stata impegnata nel ruolo di unico interlocutore dell’opposizione nell’attuale amministrazione sentinate.
Nonostante la sua continua attività di controllo, la difficoltà di creare una costante comunicazione con i cittadini, di trasmettere le sue azioni, si è fatta strada l’idea che la Lista Civica non ci fosse, si fosse assopita e si lasciasse andare supinamente alle decisioni della maggioranza.

  1. Prima comunicazione sono state le dimissioni del consigliere Biagio Marini, rassegnate nel mese di ottobre 2014, per motivi di carattere personale. Cogliamo l’occasione per esprimergli un sentito ringraziamento per il prezioso contributo che ha portato alla Lista Civica fin dalla sua costituzione nel 2009. Il consigliere Marini è stato quindi sostituito dal dott. Sergio Carletti.
  2. Una delle opposizioni più nette è stata quella nei confronti della costituzione del nuovo organismo che ha preso il posto della Comunità Montana: l’Unione Montana dei 5 comuni di Fabriano, Sassoferrato, Genga, Cerreto D’Esi e Serra S. Quirco, per cui sono state obiettate le modalità di costituzione; infatti ancora oggi questo organismo risulta mutilo di uno dei membri (il comune di Genga) e rappresenta un “organismo vuoto” di qualsiasi attività, svolta nell’interesse dei cittadini – a conferma della nostra contrarietà basata sull’assenza di un serio progetto politico condiviso tra i cinque Comuni. Con il nostro voto contrario siamo stati accusati, in più occasioni, di non comprendere l’importanza dell’associazione tra comuni, cosa assolutamente smentita dal nostro voto favorevole nei confronti della proposta di ingresso del nostro comune nel progetto Area Pilota denominata “Appennino Basso Pesarese e Anconetano” secondo quanto stabilito dalla D.G.R. Marche n. 1126 del 06 ottobre 2014, da noi visto in maniera assolutamente favorevole, dato che era evidente la progettualità alla base, nonché il serio progetto politico che la animava;
  3. Da diversi mesi stiamo monitorando il progetto di impianto mini eolico presentato dalla ditta Emis, e successivamente dalla ditta Santoreggia in loc. Pian di Cerreto nel comune di Sassoferrato; è stata anche presentata un’interpellanza sull’argomento per conoscere non solo l’opinione dell’amministrazione sul progetto, ma in generale per conoscere quali fossero le scelte politiche di questa amministrazione in merito alla gestione e allo sviluppo economico del territorio montano, scelte che a nostro avviso produrranno effetti visibili sul turismo nonché sulle azioni di tutela del paesaggio. È in atto una puntuale acquisizione dei documenti relativi al progetto, nonché un’opera di sensibilizzazione dei cittadini nei confronti del problema dell’eolico, da non intendersi come opposizione all’eolico in generale, ma per far comprendere che installati sui crinali appenninici mette a repentaglio, o comunque danneggia progettualità più importanti da un punto di vista economico e sociale, nonché il pregio e l’unicità del nostro paesaggio montano. La nostra sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali è stata evidente anche in occasione dell’incontro organizzato nel novembre 2014 presso la Sala Avis: “Decreto Sblocca Italia: a rischio il nostro futuro?“, incontro quanto mai attuale in questo periodo in cui si affacciano prepotentemente ipotesi di inceneritori e trivelle a due passi da casa nostra.
  4. Un’altra interpellanza è stata presentata per conoscere le modalità di affidamento dei lavori pubblici ai sensi del D.L. 163/2006 art. 125. Un argomento quello degli appalti pubblici che ci sta molto a cuore, e che abbiamo affrontato anche in campagna elettorale, proponendo nel nostro programma di “prevedere, a livello comunale, la rotazione dei fornitori del Comune, con la precedenza alle imprese, agli artigiani, ai professionisti e commercianti locali, a parità di preventivo e comunque attraverso regolari gare”. Il nostro obiettivo è quello di indulgere il meno possibile nei confronti della pratica dell’affidamento diretto al di sotto di alcune soglie di spesa, seppur previsto dal sopracitato Decreto Legge. Di recente abbiamo chiesto di conoscere i dati della spesa corrente e degli investimenti fatta dal Comune di Sassoferrato, per comprendere non solo quale è stata la distribuzione tra aziende fornitrici locali e non, ma anche quale sia stato il supporto all’economia locale da parte dell’Amministrazione Comunale.
  5. Nel corso di questo primo anno continuo è stato il monitoraggio ed il controllo sulla Residenza Protetta, sul reparto di riabilitazione, sul centro diurno e sulla progettualità in generale che ruota intorno all’ex ospedale con diversi interventi in Consiglio Comunale e negli incontri mensili con il Sindaco, culminati con l’audizione del Direttore dell’Area Vasta n. 2 dott. Giovanni Stroppa avvenuta nel Consiglio Comunale del 06/02/2015. Al termine dell’intervento – per suggellare le numerose promesse fatte – è stato proposto (ed accettato dalla maggioranza) di redigere un documento che riportasse la trascrizione letterale di tale audizione e di indirizzarla al Direttore Area Vasta ,G. Stroppa, in modo da concretizzare quanto esposto.
  6. Nell’ultimo Consiglio Comunale del 30 luglio, è stato approvato il Bilancio di previsione per l’anno 2015, in cui la Lista Civica ha manifestato in maniera convinta la contrarietà alle scelte politiche adottate dalla Giunta. Per coprire la spese corrente si è dovuto infatti ricorrere ad un aumento delle tasse comunali e precisamente la tariffa dell’IMU sugli immobili privati, che per l’anno 2015 passerà dall’attuale 10 al 10,60 per mille, mentre per gli immobili produttivi l’imposta complessiva passerà dal 9,8 al 10,4 per mille (IMU 7,9 per mille e TA.SI 2,5 per mille ) con un gettito previsto di euro 140.000,00 circa. Altri 150.000,00 euro circa, verranno recepiti dalla rinegoziazione di una parte dei mutui in essere, dovuti alla diminuzione dell’importo delle rate; in questo caso il governo ha fatto un decreto apposito dove viene previsto che – una tantum – per l’anno 2015 tale cifra possa essere utilizzata anche per la spesa corrente. Altra manovra, necessaria alla quadratura del bilancio, è stata quella di  recuperare risorseper 45.000,00 euro, tramite l’assunzione di maggiori rischi, dovuti ad un minor accantonamento cautelativo sui crediti esistenti. Quasi nulle (circa 3.500 euro previsti in bilancio) le attività di sponsorizzazione che i privati potrebbero svolgere per la realizzazione di servizi o opere pubbliche, sintomo evidente di una scarsa sensibilità da parte dell’Amministrazione nei confronti del tessuto produttivo locale e di una bassa attenzione nei confronti delle progettualità che si potrebbero realizzare utilizzando la sinergia con le aziende del territorio. La lista civica ha quindi votato contrario al Bilancio di Previsione in quanto sono state aumentate le tariffe dei servizi (TARI, TASI, IMU) scaricando tali oneri sui cittadini ed in considerazione dell’assenza di piani di investimento per gli anni futuri.
  7. A dimostrazione dello spirito costruttivo con cui la Lista Civica sta partecipando alla gestione della res publica, si segnala la presentazione – protocollata a febbraio 2015 e comunicata dal Sindaco al Consiglio Comunale in data 05 Maggio – di un documento contenente 10 punti di facile realizzazione che potrebbero sicuramente contribuire allo sviluppo della nostra Comunità. Tra questi vogliamo segnalare il Gemellaggio con una cittadina europea, magari con un passato minerario, in modo da poter suggellare la recente inaugurazione del parco archeominerario di Cabernardi. Tale attività a nostro avviso darebbe maggior impulso al turismo del nostro territorio.
  8. Sempre durante l’ultimo Consiglio Comunale del 30/07 è stato nuovamente chiesto alla Maggioranza, di avere maggiore attenzione al decoro pubblico, iniziando da piccole ma significative attività come la sostituzione delle bacheche in Piazza Bartolo, alcune in evidente stato di abbandono.

Da questo momento in avanti i cittadini saranno costantemente a conoscenza delle nostre scelte, delle nostre battaglie e chiunque vorrà potrà comunicare con noi, di persona, tramite la nostra pagina facebook oppure tramite la nostra casella di posta elettronica info@listacivicapersassoferrato.it

Comunicato stampa Lista Civica per Sassoferrato

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *